Non molti sanno che molte pazienti che sono affette da anoressia vivono “uno strano fenomeno”. Molte anoressiche  avvertono come una voce che dice loro cosa fare e cosa non fare, una voce che le guida, o meglio le controlla. Spesso tali pazienti vivono questa voce come un “amica”….una sorella.

Loro credono a questa voce. Non si accorgono che molto spesso questa voce le invade, generando sensi di colpa, obbligandole a fare cose estenuanti. È difficile creare una relazione terapeutica con tali pazienti, spesso la voce degli altri (compresa quella del terapeuta) non viene creduta. Le pazienti anoressiche tendono solamente a credere alla “sorella” anoressia.

Se si vuole approfondire maggiormente la tematica del pensiero anoressico si può cliccare qui

2 Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. E vero Vivono con paure hanno una seconda persona che non fa altro del male e far credere e convince con una forza maligna Si devono Amare e e si devono convincere psicologicamente che quella seconda personalità li provoca solo malessere e toglie in loro la vita