La cura della Depressione

Il mal di vivere continua ad affliggere molte persone, spesso la depressione si insinua nella vita in modo inaspettato e inatteso.

Quando la vita inizia a perdere i suoi colori, quando non si trovano più le gioie del quotidiano, una specie di ombra nera si insinua nell’anima, lo sguardo diventa spento e tutto sembra perdere di valore.

La depressione può assumere diverse forme, può essere un episodio transitorio, può essere la conseguenza di un evento doloroso, la perdita di una persona cara, la fine inaspettata di una storia d’amore. Quando la causa è evidente, quando la persona che soffre di depressione è in grado di “sapere” che cosa ha generato la depressione, allora questa è la situazione clinica che può rispondere con più facilità alle cure. Un discorso diverso invece, lo meritano le depressioni importanti che si manifestano senza una causa apparente, quando tutto sembra andare come al solito, e all’improvviso inizia un irreversibile declino verso il non senso, verso il buio dell’anima e della vita; ecco questa è la condizione clinica che fatica di più a rispondere alle cure, anzi è possibile dire che la persona che vive questo tipo di situazione fa proprio molta fatica ad entrare all’interno di un contesto di cura. Va ricordato che la terpia della depressione può essere affrontata sia dal punto psicoterapico e sia dal punto di vista farmacologico.

L’indicazione farmacologia a mio avviso può essere importante la dove la depressione ha cronicizzato gli effetti della malattia, quando oramai alzarsi dal letto diventa molto difficile, il pensiero delle attività del quotidiano diventano un peso impossibile da sostenere, quando la malattia sembra essere l’unica cosa rimasta, allora l’intervento farmacologico diventa necessario, diventa necessario per poter sbloccare la situazione, diventa una stampella per poter appoggiarsi ad un qualcosa che sembra “perduto per sempre”.

E’ bene dire però, che nel momento in cui la depressione viene curata attraverso la psicoterapia, e la cura ha iniziato a generare i suoi effetti, restituendo quell’energia interiore apparentemente persa, ecco che alcuni episodi della vita iniziano ad assumere un significato particolare, allora è possibile vedere come alcuni fatti della propria vita apparentemente normali, visti da lontano, iniziano a mostrare il loro vero significato, spesso un significato di una perdita che non è stata riconosciuta come tale, oppure come una separazione che avrebbe dovuto avvenire e che non è mai avvenuta. Questi elementi non sono sempre presenti in modo sistematico, ma sono degli indizi che devono essere esplorati e che possono guidare nella cura della depressione.

L’idea di mettere in gioco qualcosa di significativo della propria vita, spesso nella persona affetta da depressione diventa un “idea impossibile”, un qualcosa privo di valore. Dal punto di vista clinico, la depressione può essere vista come un tentativo di annullare tutto, proprio perché risulta inassumibile la possibilità di mettere in gioco “qualcosa” di significativo della propria vita; paradossalmente accade che si annulli tutto proprio nell’idea recondita di “non perdere nulla”. Se la terapia farmacolgica può essere necessaria per sbloccare le situazioni difficili, va detto però che la psicoterapia risulta necessaria la dove si vogliono “modificare i motivi” che hanno generato la depressione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.