Go to Top

Cercare la tranquillità nel cibo

cercare tranquillità nel cibo

E’ utile sottolineare come il cibo non sia solo nutrimento, è possibile constatare come, all’interno dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA), possiamo constatare come il cibo diventi fonte di ossessione o pacificazione.

Nell’anoressia, nella bulimia, ed anche nel disturbo da alimentazione incontrollata, possiamo constatare come il cibo (anche se in modi diversi)  venga  utilizzato per calmarsi. Se l’anoressia utilizza il rifiuto del cibo per SENTIRE una sorta di tranquillità (che in realtà è controllo e anestesia delle sensazioni), così il disturbo da alimentazione incontrollata usa il cibo come CONTATTO, come presenza che vorrebbe essere tranquillizzante e pacificante.

Senza arrivare all’eccesso di questi disturbi, è possibile affermare che nel cibo le persone non ricercano solo il nutrimento o il piacere, ma spesso il mangiare tende a diventare un momento in cui cercare rassicurazione. In alcuni contesti di vita, può capitare che la rassicurazione che il cibo può dare, diventi un fatto predominante nell’esperienza che una persona ne fa, in questo caso, il cibo tende a diventare un OGGETTO, favorendo la perdita delle coordinate sul perché il cibo può rassicurare.

Perché il cibo può rassicurare?

 Il motivo per cui il cibo può rassicurare non dipende solo dalla soddisfazione del bisogno nutrizionale (la clinica del desiderio lo mostra ampiamente), ma il cibo può diventare il veicolo di rassicurazione  quando e condiviso con persone che rassicurano, quando si è fatta l’esperienza di essere stati rassicurati da una persona (percepita come sicura) ad es. nella nostra primissima infanzia. In questo senso il cibo non è un oggetto ma è il medium di una relazione affettiva. Quando una persona si ritrova da sola di fronte al cibo, questa è una persona che ha PERSO le coordinate relazionali del mangiare.

, , , ,

About Moreno Mattioli

Psicologo e psicoterapeuta. Opero da diversi anni a Varese presso il mio studio professionale in via Piatti 9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *