Go to Top

Come si curano i Disturbi Alimentari

Per affrontare questo vasto argomento è bene sottolineare una nota preliminare ad ogni possibile trattamento. Quando ci si chiede qual’è la migliore cura per l’anoressia, la bulimia, l’obesità psicogenza, prima di tutto è necessario chiedersi se la paziente (o il paziente) ha una qualche motivazione verso una qualsiasi tipo di cura. Individuare una buona cura per qualsiasi tipo di disturbo è possibile, ma, è un passo successivo rispetto alla questione se la paziente può vedere (e credere realmente) di avere un problema serio da affrontare. Questa sottolinatura è essenziale perché nella maggior parte dei casi, le pazienti che soffrono di un disturbo dell’alimentazione NON CREDONO di avere un problema. Approfondire questa faccenda sarebbe molto complesso, ma questo punto, deve poter essere affrontato e capito in modo chiaro prima di pensare a quale tipo di trattamento potrebbe essere utile per quella paziente. Questo punto rientra sicuramente nei fattori che possono orientare un trattamento invece che un altro.

La motivazione al trattamento non può essere data per scontata nei Disturbi del Comportamento Alimentare, anche quando una paziente chiede una cura, è essenziale poter andare a codificare bene la richiesta (lo fa per Se o la fa per qualcun’altro?).

Queste considerazioni valgono sopratutto per i parenti o gli amici di chi soffre di tali disturbi, spesso invece, queste considerazioni non sono di nessun interesse per le persone che sono affette da DCA.

, , , , , ,

About Moreno Mattioli

Psicologo e psicoterapeuta. Opero da diversi anni a Varese presso il mio studio professionale in via Piatti 9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *